giovedì 30 dicembre 2010

Hipster - VoppeBeer e la Tasting Room by Bad Attitude


Anche VoppeBeer, insieme ad altri "colleghi" appassionati, ha aderito con piacere all'interessante iniziatiza del birrificio ticinese Bad Attitude, denominata Tasting Room. Ed ecco che 2 giorni fa arriva un bel pacco contenente i campioni da assaggiare, in una confezione molto carina, come si può vedere dalla foto. Le birre hanno un po' subito il viaggio e sono decisamente torbide, un buon riposo in frigorifero è assolutamente necessario.
Ma l'interesse è tanto e stasera parte il primo assaggio, con una delle due bottiglie di Hipster. Viene definita una "Organic Pilsner Wine", è la prima birra biologica di questo birrificio. Etichetta molto carina, forse non leggibilissima, sicuramente non anonima: si vede che è una Bad Attidute! Verso con attenzione la birra nel bicchiere, molto limpida la prima parte, poi arriva un po' di "fondazza", poco male. Schiuma bianca, candida, non abbondante, bollicine piccole. Il colore è un dorato bello carico, l'utilizzo di malto Maris Otter al posto del Pilsner (visto che parliamo, comunque, di una pilsner), suona un po' "Bad", ma stiamo al gioco. Poi il Maris Otter mi piace tanto :)


Annuso. Riannuso... mmhh al primo impatto sento un aroma solforoso, abbastanza evidente, insieme ad un bel aroma di luppolo erbaceo. Lascio riposare un po' la birra, forse doveva stare ancora qualche giorno in frigorifero... bhè ho la seconda bottiglia da provare alla fine delle feste. In effetti dopo il riposino l'off-flavor si attenua moltissimo, anche se un minimo resta. Però al naso ora la Hipster è godibile: non ricorda molto una pilsner, anche perché l'alcool è evidente già al naso.
Assaggio. In bocca è più pilsner, decisamente, ma molto "robust": è una birra secca, scivola abbastanza velocemente in bocca grazie ad un corpo abbastanza lieve, e lascia in bocca una decisa secchezza. L'alcool è un po' troppo in evidenza, a mio avviso.
Ed eccomi alla mia conclusione. Lo stile è provocatorio, e quindi mi aspettavo una birra sui generis. A parte il difetto olfattivo iniziale, e l'alcool un po' troppo in evidenza, a mio avviso la Hipster è una birra interessante, su cui lavorare sicuramente. Non ho catturato la presenza del coriandolo, e sinceramente ne sono contento, comunque se volevate "rendere unica la sensazione gustativa di questa birra", ce l'avete fatta.
Ora aspetto il giudizio degli altri गुरू
 

Copyright 2010 Voppebeer.com by Luca Celoria. All rights reserved.