sabato 10 dicembre 2011

La Befana Chinata è arrivata

L'etichetta della Befana Chinata 2011 disegnata da Moreno Invernizzi
E' veramente un botto di tempo che non scrivo più sul mio blog. Ma mica lo faccio apposta: da quando abbiamo fondato i Malti da Legare, tutte le mie forze extra lavorative le impegno per l'Associazione, oltre che (prima) per le mie figlie. Però ora è arrivato il momento giusto. Sì perché con enorme soddisfazione voglio informarvi a riguardo del progetto "Befana Chinata 2011".
Come ormai sapete, da febbraio esiste L'associazione culturale Malti da Legare. Abbiamo fatto un bel po' di eventi degustativi, dove abbiamo fatto conoscere birre "nuove" per il territorio dove le presentavamo: abbiamo portato, ad esempio, le birre dei nostri generosi soci campani quali il Birrificio Sorrento, il Birrificio Maneba e il Birrificio Saint John's a Milano presso i nostri mitici soci della Pazzeria, abbiamo portato invece le ottime birre del Birrificio Geco presso lo stupendo Ottavonano ad Atripalda (AV). Questi alcuni esempi...
Insomma ci siamo dati un po' da fare. Ma non era abbastanza: volevamo fare qualcosa dove avremmo potuto metterci un po' più lo zampino. E così abbiamo pensato di far produrre una birra "un po' nostra": con i ragazzi della Pazzeria abbiamo pensato ad una ricetta semplice ma con almeno un ingrediente inusuale, abbiamo poi sentito il Birrificio Geco e appurato che la nostra idea era realizzabile, abbiamo dato il via ai lavori.
La Befana Chinata al primo assaggio, durante la maturazione
Forse per tanti è ormai una cosa vista e rivista, ma veder nascere una birra dall'ideazione della ricetta e poi mano mano vederla realizzare ed evolvere fino alla presentazione durante una degustazione... ecco, è stato decisamente emozionante. Devo ammettere che ora ho una maggiore consapevolezza degli sforzi che ogni birraio deve compiere per produrre le proprie birre...
Dicevamo tanto fatica, qualche preoccupazione sulla bontà della ricetta ma anche grande professionalità di chi sapientemente l'ha prodotta, e alla fine gli sforzi sono stati ampiamente ripagati: la Befana Chinata ci piace tanto e ha un solo difetto: è pochissima, anzi quasi non ce n'è più... E' stata presentata in due eventi, alla spina il 15 novembre 2011 al Venite Adoremus Atto Primo in Pazzeria (Milano), e in bottiglia l'8 dicembre 2001 all'Happy Beerday Cibò da Cibò, e tutte le bottiglie sono già in mai ai soci e ai pochissimi fortunati che sono riusciti ad averla.
Ma che birra è? E' la nostra interpretazione di birra natalizia, è una Belgian Blond Strong Ale da 8,2% Alc. prodotta con malti chiari e luppolo Nelson Sauvin, e poi aromatizzata con corteccia di China e luppolo Chinook (in dry hopping). E' molto equilibrata, molto semplice da bere, non prevalgono né il dolce né l'amaro e lascia la bocca asciutta sia per la presenza della China, sia per il Chinook che dona note agrumate. Una scheda degustativa un po' più approfondita la trovate qui.
E se, oltre a vederla, vorreste anche assaggiarla, non vi resta che prenotarla per l'anno prossimo :-)
La Befana Chinata durante la degustazione in Pazzera, foto by Carlo Nardi
Per finire, un breve video che racconta un po' la storia della Befana Chinata!

1 commento:

  1. Beh, una mezza dozzina di bottiglie sono ancora in vendita in Pazzeria...

    RispondiElimina

 

Copyright 2010 Voppebeer.com by Luca Celoria. All rights reserved.